Sulla cresta dell'onda

FRANCIA

La scuola cartografica di Dieppe

La culla della cartografia e, in generale, della cultura nautica francese fu Dieppe, in Normandia, peraltro strettamente legata agli ambienti nautici e cartografici portoghesi: floridissima nel corso del 1500, la scuola di Dieppe plasmò personaggi che non erano solo naviganti o cartografi ma, insigniti del titolo di "cosmografi del Re", erano anche esploratori nonché piloti e istruttori autorizzati a rilasciare brevetti di abilitazione alla condotta della nave.

Il fondatore potrebbe essere stato Jean Rotz, compagno di avventure di Francis Drake, autore di un atlante nautico manoscritto, in origine destinato a Francesco I di Francia e poi, dopo il trasferimento dell'Autore in Inghilterra, dedicato a Enrico VIII.

In aggiunta alla sua bellezza - per ricchezza di colori, di rose, di cornici fiorite, di immagini emblematiche delle usanze locali - l'opera è estremamente interessante da un punto di vista storico-geografico.

E' infatti il primo atlante francese su cui compaiano le Indie Orientali, compresa una misteriosa terra a sud di Giava, circondata da isole grandi e piccole, che peraltro è presente su tutta la cartografia normanna dell'epoca, mentre non appare sulle contemporanee carte portoghesi.

Per esempio, sullo splendido portolano-atlante manoscritto e acquerellato di Nicolas Vallard,1547 - conservato presso la Henry E. Huntington Library and Art Gallery, San Marino, California, che ne ha messo in rete immagini in scala 1:1 - figura una "Terra Java", che potrebbe essere l'Australia.

Resta insomma aperta la questione se l'Oceania, raggiunta da Tasman un secolo dopo e poi definitivamente "scoperta" da Cook tra il 1768 e il 1780, non fosse già nota ai naviganti e ai pescatori normanni, che avevano trasferito le proprie osservazioni ai cartografi di Dieppe.

Jean Rotz, 1542. 16 fogli ms su pergamena, mm 770x595.
Folio 9-10: Le Indie Occidentali
Parigi, Bibliothèque Nationale de France.
La carta figura su Les Portulans: cartes marines du XIIIe siècle / par Monique de La Roncière et Michel Mollat du Jourdin, Fribourg, Office du Livre, 1984. L'opera, corredata di ottime riproduzioni esemplificative del patrimonio cartografico della Biblioteca Nazionale di Francia, è accompagnata da ampie esaurienti schede analitiche.
Notizie ulteriori sulla scuola cartografica di Dieppe e su J. Rotz alle pagine
Rotz Atlas
http://en.wikipedia.org/wiki/Dieppe_maps

A cura di
Paola Presciuttini, 2002
en