Sulla cresta dell'onda

SPAGNA

La Dirección de Hidrografía

Già nel 1770 era stato fondato il Déposito Hidrográfico a Madrid che, nel 1797 fu affiancato dalla Dirección de Hidrografia, alla cui direzione si succedettero uomini illustri come Espinosa, Bauzá, Navarrete, de Aubarede, Lasso de la Vega.

Passaggi tra le isole di Ibiza, Espalmador e Formentera, con le torri Cabo Berberia, Espalmador e Gabina, da Descripción cit.
(Cadice, Instituto Hidrografico de la Marina)

Nella Dirección si provvedeva all'incisione, su rame, delle carte prodotte sulla scorta dei rilievi effettuati dalle Comisiónes Hidrográficas lungo le coste del Paese e dei suoi immensi possedimenti d'oltremare, e si provvedeva alla compilazione e alla stampa dei portolani e degli altri documenti nautici, oltre al fornire istruzione e addestramento al personale tecnico e artistico del Servizio.

Sotto la conduzione di Lasso de la Vega ebbe inizio, nel 1851, la pubblicazione degli Avvisi ai Naviganti - ossia le informazioni utili alla navigazione che ogni Servizio idrografico pubblica periodicamente ancora oggi - espressamente intesi a comunicare le modifiche intervenute nella luce e nella portata dei fari.

A quell'epoca risale, tra varie altre opere inedite conservate presso il Servizio idrografico spagnolo, la Descripción / de las costas / de / Menorca / Ybiza / y / Formentera, ossia un fascicolo manoscritto di circa 22 x 33 cm, che descrive e commenta numerose vedute di costa delle Baleari prese a grande distanza, completate dai prospetti a grande scala dei fari pertinenti, di cui viene indicata la posizione, disegnati da S. Palmerola.

Dopo svariate leggi che modificarono nel tempo l'assetto gerarchico e funzionale dei diversi organismi a vario titolo connessi con la nautica, l'unificazione del servizio venne raggiunta nel 1943, con la fondazione dell' Instituto Hidrográfico de la Marina, nel quale vennero accentrate tutte le funzioni inerenti l'idrografia, la cartografia e la navigazione.

La costa meridionale di Ibiza, con il faro Conejera
La costa di Minorca da capo Dartuch al monte Toro,
con il faro sull'estremità dalla punta
La costa di Formentera, con la Torre Prima, il Faro Mola de Formentera e la Torre Català
La Torre Valls ad Ibiza, nel tratto di costa dalla punta Campanitz al monte Furnas
Le carte sono state pubblicate in Coste del Mediterraneo nella cartografia europea 1500-1900, Pavone Canavese, Priuli & Verlucca Editori, 2004, 179 p., 318 ill.

en