Sulla cresta dell'onda

GRAN BRETAGNA

George Vancouver

George Vancouver aveva imparato l'arte del rilievo idrografico fin dal 1772 quando giovanissimo, all'inizio della sua carriera nella Royal Navy, aveva accompagnato Cook e Bligh negli ultimi due viaggi di esplorazione nel Pacifico.

Agli inizi degli anni Ottanta fu assegnato al servizio idrografico nelle Indie Occidentali e, nel 1791, effettuò il suo memorabile viaggio di circumnavigazione e di ricerca, lungo le coste americane nord-occidentali, del passaggio di Nord-Est verso l'Atlantico.

Nel 1788, pertanto, egli si trovava in Jamaica, al comando della nave "Europe" di cui era Secondo Joshua Whidbey. In quell'occasione fu rilevata una dettagliata carta di Kingston, che venne disegnata da J. Baker.

In aggiunta alle numerose informazioni nautiche e ai fitti scandagli, vi compaiono 5 piccole minuziose vedute di costa, illustrate nella legenda in alto a destra, che di ciascuna descrive fortificazioni, difese costiere e altri punti cospicui.

Nella legenda a sinistra compaiono invece annotazioni esplicative sulla natura dei rilievi perché "When a survey of a Coast or Harbour is made it is necessary to mention on what principles that Survey is taken, that the Mariner may be a Judge, what Confidence he can repose in its Authority".

Kingston, Jamaica. George Vancouver, 1788
(Taunton, UK Hydrographic Office)
La carta è stata riprodotta in Coste del Mondo nella cartografia europea:1500-1900, (179 p., circa 300 immagini), da Priuli & Verlucca, editori, Ivrea, 2000.
en