Sulla cresta dell'onda
artetitle

Cigno

La costellazione del Cigno (lat. Cygnus), introdotta nel cielo boreale da Tolomeo, prende il nome dal figlio di Stenelo, re dei Liguri, ricordato da Virgilio nel X libro dell'Eneide, che fu cambiato in cigno da Apollo mentre piangeva la morte dell'amico Fetonte.


Essa si estende in piena Via Lattea tra l' Aquila e la Lira, ben distinguibile ad occhio nudo per 5 belle stelle a forma di croce latina (4 ai vertici e una al centro), onde anche il nome popolare di "Croce del Cigno".


La stella all'estremità NE della croce è Deneb (a Cygni); quella posta all'estremità inferiore è Albireo (b Cygni), una delle più belle doppie del cielo.


Particolarmente nota è anche la 61Cygni, perché è una delle stelle più vicine a noi (11 anni-luce) e la prima di cui si sia misurata la distanza (F. W. Bessel, 1838).


Nel 1943 A. Strand ha riconosciuto (con il calcolo) la presenza di un satellite oscuro della 61Cygni di massa eccezionalmente piccola, tanto da farlo considerare come un pianeta, che sarebbe il primo pianeta extrasolare scoperto.

Cigno
en