Sulla cresta dell'onda
artetitle

Coppa

Demifonte era il re di Eleonte, città della Tracia, nell'attuale penisola di Gallipoli, devastata da un'epidemia. Un oracolo gli aveva predetto che il paese sarebbe stato liberato da quel flagello se ogni anno una giovane di nobili origini fosse stata immolata come sacrificio. Egli, pertanto, ogni anno ne estraeva una a sorte, senza mai mettere nell'urna il nome delle proprie figlie. Il nobile Mastusio, accortosi dell'inganno, rifiutò di mettere a disposizione le proprie figlie, se il re non avesse fatto altrettanto; questi allora ordinò il sacrificio di una delle figlie di Mastusio, senza alcuna estrazione. Per vendetta Mastusio uccise le figlie di Demifonte, mescolò il loro sangue con vino, e lo offrì in una coppa al re, durante la celebrazione di una cerimonia. Quando il re scoprì la terribile verità, precipitò Mastusio in mare, insieme con la coppa, che divenne una costellazione a memoria dell'evento.

Coppa
en