Sulla cresta dell'onda
artetitle

Idra

E' la più grande costellazione del cielo. Rappresenta, secondo il mito più frequente, il serpente della palude di Lerna, nato da Tifone e da Echidna, che la stessa Era allevò per mettere alla prova Eracle con una delle dodici mitiche fatiche. L'Idra era un mostro dalle tante teste, secondo alcuni autori anche cento. Con il suo alito mefitico uccideva chiunque l'avvicinasse, devastava i raccolti e rapinava gli armenti. Eracle tentò di ucciderla mozzandole una testa alla volta, che immediatamente ricresceva. Chiese allora l'aiuto del nipote Iolao, il quale appiccò il fuoco alla vicina foresta e, con i tizzoni, bruciava la carne recisa, impedendo alla testa di ricrescere. Nel suo sangue Eracle immerse le proprie frecce, rendendole avvelenate.

Il serpente fu collocato in cielo in memoria della vittoria di Eracle, come pure il gambero accorso in aiuto dell'Idra per volere di Era, che quest'ultima immortalò per riconoscenza nella costellazione del Cancro.

costellazione Idra

Fu introdotta tra le costellazioni da Tolomeo a sud dello Zodiaco, ed è costituita da una lunga fila di stelle che si estende a levante del Corvo e sotto la Vergine. La testa dell'Idra è formata da alcune stelle di terza grandezza un poco a levante di Procione; il cuore è invece rappresentato dalla stella rossastra Alphard (a Hydrae).

en