Sulla cresta dell'onda
filateliatitle

Introduzione

La storia di un Paese riecheggia anche nei suoi francobolli, che richiedono una ricerca documentaria per illustrare soggetti specifici o rievocare grandi eventi e protagonisti del passato; a volte si ispirano all'arte, nel riproporre capolavori e artisti senza tempo; a volte raccontano la vita di tutti i giorni, l'attualità, lo sport, le conquiste della scienza e della tecnica.

Che la collezione sia per temi o per periodi o per Paese, poco importa: offre sempre spunti di riflessione, di apprendimento o di rivisitazione, con uno strumento di comunicazione per immagini, di lettura immediata.

Un tema frequente di efficace impatto pittorico e di celebrazione nazionale o ideologica riguarda le battaglie navali - alle quali le Poste italiane non hanno in verità dedicato molto spazio - che rappresentano non solo l'evento in sé, ma anche il suo significato per un certo popolo o per una civiltà intera.

Per citare qualche esempio, la Francia nel 1966 emise francobolli commemorativi della battaglia di Hastings, combattuta il 14 ottobre 1066 da Guglielmo il Conquistatore contro il re sassone Aroldo II; la vittoria permise al Duca di Normandia di conquistare l'Inghilterra, assumerne la Corona e dare al Paese la struttura feudale, civile, amministrativa ed ecclesiastica, che per secoli ne avrebbe influenzato la cultura.

emesso in Francia in occasione del 9°centenario della battaglia
annullo postale del 6 giugno 1966

Nel 1971 numerosi Paesi produssero francobolli commemorativi della battaglia di Lepanto, nel suo quarto centenario; fu quello un evento che vedeva contrapposte non semplicemente forze politicamente avverse, quanto piuttosto due mondi dalle civiltà all'epoca inconciliabili; la sconfitta dell'Impero Ottomano fu la vittoria più significativa del mondo cristiano nel Mediterraneo.

Xilografia (1572) di Cesare Vecellio e Cristiano Chrieger, presso il Museo Navale di Genova-Pegli

La Gran Bretagna e i Paesi del Commonwealth hanno dedicato numerosi francobolli e annulli alla battaglia di Trafalgar che cambiò il corso della storia, alle navi che vi presero parte e in particolare alla Victory, sulla quale Nelson conquistò la vittoria e trovò la morte.

Più genericamente un tema ancora più vasto riguarda la nave nel tempo, nelle sue diverse forme e funzioni; è un soggetto quasi inesauribile, per le trasformazioni che la nave ha subito nei millenni, dal remo alla vela al vapore alla propulsione nucleare; per gli usi cui è stata adibita, dalle imprese militari, alle esplorazioni, al trasporto passeggeri, alle diverse attività economiche o scientifiche; per i personaggi che hanno tracciato la storia con le loro navi; per la rappresentazione di rotte celebri e quindi di aree geografiche.

Temi più circoscritti ma altrettanto ricchi di suggestioni e contenuti storici sono quelli riservati ai condottieri e ai navigatori, primi tra tutti Colombo, forse il personaggio più celebrato con oltre mille francobolli a lui dedicati.

Il primo, prodotto in Cile nel 1853, riproduce uno dei diversi ritratti, di autore ignoto, dello Scopritore. E' noto che egli non fu mai ritratto in vita e quindi non sono conosciute le sue reali sembianze.

Francobollo (dis. A. M. Maresca) emesso dalle Poste italiane nel 2006

Il sito www.cristobal-colon.net propone alcuni celebri quadri, tra cui quello attribuito al Ghirlandaio e conservato a Genova, e numerosi francobolli (compreso il primo in assoluto emesso al mondo, il "penny black" britannico del 1840, che rappresenta la regina Vittoria su sfondo nero, da cui il nome), accompagnati da articoli introduttivi al collezionismo filatelico. Alla pagina "Timbres rares" curiosità interessanti.


Collezionare i francobolli italiani, alla pagina apposita delle Poste italiane

L'origine del francobollo in Italia e un'antologia degli errori filatelici in Filatelia e Francobolli

I francobolli suddivisi per valore facciale al sito www.ibolli.it


20 settembre 2005 - aggiornamento 1 febbraio 2007