Sulla cresta dell'onda

Segnaliamo libri e articoli, attinenti alle nostre varie sezioni, senza obiettivi di programmata selezione. Si tratta a volte di opere di largo respiro, di recente pubblicazione e quindi reperibili in libreria; a volte sono invece cataloghi di esposizioni specializzate o di collezioni locali, pertanto strumenti fondamentali di conoscenza e di ricerca, per lo più reperibili presso l'ente promotore dell'evento o presso le biblioteche pubbliche locali.


Ufficio Storico della Marina, Claudus, pittore del mare, Roma, 1993, 155p., 66 tavole di riproduzioni a colori, fig. b/n nel testo.
Biografia a cura del comandante Paolo Bembo, critica artistica del prof. Antonio Mercadante, schede dell'ammiraglio Franco Gay.

Dall'introduzione del capo dell'Ufficio Storico, allora ammiraglio Renato Sicurezza: "... Le opere di Claudus sono esposte nella gran maggioranza negli ambienti familiari al personale di Marina. ... Collocare Claudus in un determinato momento delle correnti artistiche a lui contemporanee è un impegno difficile.... Le vicende della vita hanno portato Claudus in ambienti dove gli argomenti richiesti sono il mare e le navi ... tralasciando ogni ambizione di trovare un posto fra i pittori che vanno per la maggiore ... non fa mostre ... di lavoro ne ha fin troppo con la Marina. ... Nella mentalità corrente vuol dire che l'Artista non si valuta e quindi vale poco.[Per] la sua facilità ad accettare incarichi e la rapidità con cui li porta a termine ... lo si considera soprattutto un artigiano ... Compito di questo libro, come di altre iniziative recentemente prese dalla Marina ... è anche quello di rivalutare la sua opera e di farla conoscere in ambienti più vasti. ... L'appassionata biografia di Paolo Bembo, che è riuscito ... a raccogliere tante testimonianze ... è un contributo per la conoscenza dell'Artista ... che costituisce una traccia dalla quale trarre argomenti di giudizio liberati dall'influenza di una partecipazione affettiva [da parte della Marina italiana] forse ancora troppo vicina agli anni della vita dell'Artista. I quadri qui selezionati, non molti di fronte alla copiosa produzione dell'Artista, sono la rappresentazione ... della storia navale , non solo nazionale... una vera e propria documentazione dell'avvenimento, il cui significato trascende la valenza storica. ... Quindi Claudus merita un posto di spicco nella storia ... della Forza Armata. I suoi dipinti non sono solo l'opera di un tecnico e di un artista; nel pittore c'è ... anche l'uomo di mare, anzi un uomo che in mare c'è stato da combattente. Questa sensibilità, l'esperienza di vita, il pieno possesso della tecnica artistica ed infine la favilla della creazione, hanno consentito a Rudolf Claudus di realizzare opere che lasciano il segno, ... che all'insito valore artistico aggiungono quello dell'evocazione, della lezione del passato, delle emozioni."


Ufficio Storico della Marina Militare, Eduardo De Martino, a cura di R. V. Romano, Roma, 1994, 161 p. e 42 tavole di riproduzioni a colori di quadri a olio dell'Artista, con numerose figure in b/n inserite nel testo.

La ricca interessante appendice contiene articoli e documenti, un elenco dei dipinti individuati presso collezioni pubbliche e private nel mondo, un elenco di opere di cui si conosce l'esistenza ma non l'ubicazione, un elenco delle principali mostre alle quali De Martino prese parte, e indicazioni su opere vendute, sul compratore, l'anno di vendita e il prezzo spuntato da alcune opere, tra il 1870 e il 1990, da cui si può desumere il valore attuale di tele che dovessero comparire sul mercato.


Ufficio Storico dell'Esercito, Il generale Giuseppe Garibaldi, 391 p., 2007.

Nel bicentenario della nascita, l'Ufficio Storico dell'Esercito ripropone un'opera pubblicata nel 1932 con il titolo "Garibaldi condottiero", subito esaurita e oggi introvabile. L'opera, attraverso numerosi saggi di Ufficiali studiosi di storia militare, ripercorre i trentacinque anni più intensi della vita di Garibaldi, dagli anni del Sud America fino alla campagna di Francia nel 1870-71.


Urvoy, Jean-Michel, Sur les traces du véritable Christophe Colomb in Livres & manuscrits, n° 6 - Mai 2006.

"Le 20 mai 1506 s'étaignait la lumière de celui qui, 14 ans plutôt, avait par sa découverte bouleversé la carte du Monde. Mais qui était ce Colomb, à l'origine de tant de bouleversements? Son héritage, aussi bien manuscrit que cartographique, perce une partie d'un mystère vieux de 500 ans ...": inchiesta di Jean-Michel Urvoy, membro dell'Association des Amis du Musée de la Marine, con la collaborazione di Patrice de Goy e Rabat Goudjil.


Ufficio Storico della Marina Militare, La Marina dal Regno Sardo al Regno d'Italia, Atti del Convengo, Cherasco, 20 ottobre 2007, Roma, 2009

La pubblicazione presenta nove contributi che descrivono uomini, istituzioni, navi, crociere, tecnologie:
La Marina come strumento di politica internazionale dal Ducato di Savoia al Regno d'Italia (F. Mezzalana);
L'Istituto Idrografico della Marina (P. Presciuttini);
Missioni e crociere della Marina Sarda 1815-1861 (E. Gautier di Confiego;
Le crociere oceaniche della Marina del Regno d'Italia (E. Stumpo);
Il naviglio dell'ultima Marina sarda (1815-1861) e della prima Marina italiana (P. Manuele);
Le nuove tecnologie, il vapore (V. Marchis);
I Padri Trinitari di Torino e il riscatto degli schiavi del Regno di Sardegna (L. Griva);
Ufficiali e marinai della Marina sarda: uno sguardo sulle istituzioni formative nell'età della Restaurazione (G. Mola di Nomaglio, R. Sandri Giachino).