Sulla cresta dell'onda
 
 
Contenuti
 
Pagine
 
Altro
viaggititle

In battello sul Tevere: un motivo in più per una vacanza a Roma

Il 27 aprile 2004 sono entrati in funzione due battelli gemelli da 70 posti, la "Cornelia" e la "Livia Drusilla" che, dopo circa un secolo, tornano a scivolare lungo le acque del Biondo Fiume, da Ponte Duca d'Aosta fino all'Isola Tiberina. Da giugno, trasbordando su un'altra barca, il tragitto è stato esteso a Ripa Grande e a Ponte Marconi.

I battelli offrono quindi un servizio di grande interesse turistico, che si propone anche come alternativa al trasporto pubblico tradizionale, al costo di un euro, certo meno veloce - occorrono circa 40 minuti da Ponte Duca d'Aosta all'Isola Tiberina - ma infinitamente più gradevole per chi non abbia pressanti esigenze d'orario.

Da Qui Roma: grandi città del mondo, Touring Club Italiano, 1970

Un prestigioso "Riva" d'epoca, ribattezzato "Cecilia Metella", è riservato a ospiti illustri in occasione di eventi di spicco, ma all'occorrenza affianca le due barche di linea, quando la richiesta di posti dovesse eccederne la capienza.

Ci si può regalare anche un'elegante romantica mini-crociera di due ore e mezza, a bordo della "Rea Silvia", con cena a lume di candela e bar di classe, lungo un percorso suggestivo nel quale si specchiano la Mole Adriana, le statue del Ponte degli Angeli, il Gianicolo, il Lungotevere alberato, i ponti illuminati, i tramonti....

I costi? Analoghi a quelli di un buon ristorante, con tutt'altra atmosfera in più.
Sono inoltre previste combinazioni di battello-bus turistico, con guida plurilingue, per un approccio affascinante alle bellezze della Città Eterna.

Avviso ai Lettori che ci scrivono per prenotare:
noi non siamo in alcun modo collegati con il sito dei "Battelli di Roma",
il cui indirizzo è immediatamente accessibile in rete.
A cura di Paola Presciuttini, luglio 2004
Facebook Twitter Linkedin