Sulla cresta dell'onda
viaggititle

Cina meridionale: da Canton a Yangshuo

Paola e Nino, che già hanno offerto descrizioni di viaggi in Thailandia, nelle Filippine, nello Sri Lanka, a Mauritius e in India, descrivono ora un viaggio effettuato nella Cina meridionale, dalle falde del Tibet alla costa sud-orientale.

Data la vastità del Paese, hanno scelto un itinerario che da Lìjiang, Kunmìng e Dàlì, nella regione dello Yúnnán, li ha condotti a Guàngzhou (nota in occidente come Canton) nella regione del Guangdong, poi a Guilìn e Yangshuo, e infine a Hong Kong e a Macao.

Guilìn nella regione del Guangxi

Buddha cinese di fattura moderna in ceramica

La straordinaria bellezza di questa città è stata celebrata da generazioni di pittori e poeti cinesi. Malgrado il rapido sviluppo e la distruzione degli antichi quartieri, la città può tuttora essere descritta come una delle più verdi e scenografiche; quasi tutti i parchi sono visitabili in bicicletta, il centro è ricco di ristoranti, sale da the, bei negozi.

Il "Picco della bellezza solitaria" si erge al centro della città, simile a un pinnacolo; la salita è ripida ma il panorama è splendido.

Il trecentesco Wang Cheng, eretto dal nipote di un imperatore Ming, è oggi un collegio per l'addestramento degli insegnanti.

Il "Parco delle Sette Stelle", uno dei più suggestivi di tutta la Cina, ha questo nome perché le sette alture racchiuse al suo interno ricordano la costellazione dell'Orsa Maggiore. Al suo interno si può ammirare la "grotta delle sette stelle", un vasto antro ricco di bizzarre stalattiti e stalagmiti illuminate da suggestive luci colorate.

pagode originali: la costruzione in legno poggia su una base a forma di fiore di loto, in origine forse anch'essa in legno, oggi in cemento
palestra pubblica all'aperto
monumento al soldato, fusione in bronzo
anatre appese ad essiccare
pompelmi grandi come meloni

Yangshuo

Per arrivare a Yangshuo da Guilin è consigliabile servirsi del battello che percorre il fiume Lìi.

In circa 5 ore di viaggio si ammira un paesaggio stupendo disseminato di fitte foreste e scroscianti cascate, coltivazioni terrazzate, vasti altipiani color verde acceso, straordinarie formazioni rocciose carsiche e frastagliate, all'interno delle quali si estendono ampie caverne calcaree.

sulle sponde si estrae la giada
la crociera prevede il pranzo per i turisti, preparato in una cucina allestita a poppa dei battelli
il battello discende il fiume, costeggiando impervi picchi carsici
zattere di canne di bambù per il trasporto locale
tipica zattera da trasporto
Una "città proibita", ossia l'abitazione del Mandarino, oggi ricostruita

In questo pittoresco paesaggio rurale abita un vivace miscuglio di popoli, oltre 18 etnie diverse. Le tradizionali case in legno su palafitte dei Miao sono diffuse sulle zone montuose; le ragazze Miao indossano grandi e pesanti copricapo decorati in argento.

Si può noleggiare una bicicletta per visitare villaggi intatti e fedeli alle antiche tradizioni, ormai rarissimi, mentre in città si trovano localini tipici, artigianato e … negozi di articoli griffati occidentali a prezzi bassi.

Il Giardino dell'Acqua di Montagna è un parco con un lago ad alta quota dove si specchiano, ponti, pagode e un percorso attraverso piante, fiori e bonsai.

Altra "città proibita"

Sul "Picco del Loto Verde" o "Cima dello Specchio di bronzo", salendo un numero interminabile di scalini scolpiti nella roccia, si raggiunge una piccola pagoda: il colpo d'occhio sullo splendido panorama vale la fatica.

Pagoda affacciata sul fiume Lìi
Il venditore ambulante di ventagli espone la sua merce
si fa camminare il maiale per inturgidirne le carni
spezie e legumi
lavandaie al fiume
si gioca a dama nel parco
scorcio di Yangshou
la bottega del sarto
frutta caramellata

Foto Nino e Paola, 2 dicembre 2007
A cura di Paola Presciuttini, gennaio 2008