Sulla cresta dell'onda
viaggititle

Vacanza all'isola Mauritius

Paola e Nino ci raccontano l'isola Mauritius, dove hanno trascorso una vacanza nel gennaio 2004.

Mauritius - la capitale è Port Luis - è un'isola vulcanica che misura 57 Km da nord a sud si trova a 220 Km da Réunion e a 800 Km dal Madagascar. Il paese comprende l'isola di Rodrigues e atolli corallini come Cargados, Carajos e Agalega; si pensa che Mauritius sia la più alta estremità di una catena vulcanica che si estende dalle Seychelles a Réunion.


Documenti e visti

E' necessario il passaporto con validità di almeno sei mesi. L'ingresso per turismo è consentito per tre mesi, ma si può richiedere un' estensione al Passport & Immigration Office, Line Barracks, Porto Luis, tel. 208 1212.

Suggerimenti sanitari

Gli ospedali sono efficienti nelle località più abitate, i piccoli centri sono serviti da ambulatori, non sono richieste vaccinazioni.

Lingua

Le lingue ufficiali sono il francese e l'inglese; la popolazione parla il creolo, fatta eccezione per la maggior parte degli Indiani, che parlano un dialetto hindi.

Clima

I mesi più caldi vanno da gennaio ad aprile, con temperature da 25° a 35°; non esiste una vera stagione dei monsoni e può piovere in qualunque periodo dell'anno. Mauritius subisce le conseguenze dei cicloni, con tempo perturbato e violente piogge; la stagione più fredda si ha tra luglio e settembre, con temperature da 16° a 25°. Il clima varia molto: sull'altipiano intorno a Curepipe la temperatura è in media più bassa di 5° rispetto alla costa, e la costa orientale è più secca di quella occidentale.

Fuso orario

Sette ore avanti quando in Italia è in vigore l'ora solare.

Moneta

La moneta locale è la rupia; un euro corrisponde a 25 rupie; è possibile cambiare denaro presso i numerosi uffici di cambio e presso le banche, mentre le carte di credito sono largamente accettate.

Comunicazioni telefoniche

I telefoni pubblici sono pochi e spesso non funzionanti e telefonare dagli alberghi è costosissimo; i cellulari GSM sono quindi la soluzione migliore.

Religione

E' prevalente l'hinduismo, con oltre 150 templi; è diffusa la religione cattolica, sono presenti minoranze mussulmane e protestanti. In molte zone, nel raggio di pochi metri, si trovano templi, chiese e moschee.

Nei luoghi di culto o in occasione di celebrazioni religiose di strada bisogna vestire in modo castigato; nella maggior parte dei templi e delle moschee ci si toglie le scarpe prima di entrare, in alcuni casi bisogna anche coprirsi il capo. La popolazione è mite e cordiale con il turista.


Particolari di tempio hindu a Port Luis

Port Luis

Il lungomare di Port Luis

Trasporti:

a Port Luis ci sono due autostazioni principali: gli autobus diretti a nord e a est - come Trou aux Biches, Cap Malheureux e Centre de Flacq - partono da Immigration Square; gli autobus diretti a sud e a ovest - per esempio Curapipe - utilizzano il capolinea di Victoria Square. Non ci sono autobus diretti all'aereoporto, ma tutti i mezzi pubblici che coprono la tratta fra Port Louis e Mahèbourg passano dalla strada che scorre oltre il grande piazzale dell'aereoporto e, a richiesta, si fermano e caricano. I taxi sono piuttosto cari mentre i mezzi pubblici costano intorno alle 20/40 rupie (1/2 euro).

Tipica fermata di autobus

Shopping:

fra i souvenir più interessanti ci sono modellini di navi, veramente belli, di tutte le dimensioni; e poi abiti, stoffe indiane, ceste e ricami. I luoghi migliori per gli acquisti sono Curepipe, Quatre Bornes e Port Luis; a Rose Hill c'è un grande mercato dove si possono acquistare, tra l'altro, capi firmati a prezzi interessanti. Astenersi dal comprare conchiglie, coralli e gusci di tartaruga che si trovano in vendita ma che saranno poi sequestrati alla partenza in aereoporto.

Da Vedere:

Feste: una delle più inusuali è il Thaipoosam Cavadee, che si svolge in gennaio nei templi hindu; per onorare Subramanya, secondogenito di Shiva, i partecipanti si trafiggono con spilloni la lingua e le guance e quindi sfilano in processione. Il Teemeedee è un'altra festa hindu, ricorrente nell'anno ma più frequente in gennaio, durante la quale si cammina sulle braci ardenti.

Museo di storia naturale e Istituto Mauritius: sito in Chaussèe St., vi si ammira un'ampia collezione di animali marini impagliati, e anche animali estinti tra i quali il Dodo, simbolo dell'isola, scomparso nel XVIII secolo.

Fort Adelaide: è' chiamato anche la cittadella per la sua somiglianza con una fortezza moresca. Eretto dai Britannici, il forte è in ottime condizioni, in posizione elevata, e offre uno splendido panorama della città.

Alberghi a Port Luis: variano tra le 600/800 rupie (25/30 euro) per quelli più economici con bagno in camera ma nessun confort; per una discreta sistemazione occorrono 1600/2000 rupie (60/80 euro).

Pasti: la città è disseminata di piccoli ristoranti con cucina indiana, cinese, creola e francese; i costi variano dalle 500 rupie (20 euro) a cifre anche elevate; la sera per la maggior parte sono chiusi, ad eccezione di quelli del Caudan Waterfront, in porto, che sono piuttosto cari, oscillando dalle 1000 rupie (40 euro) a cifre elevate se si scelgono menu a base di pesce.

Mauritius settentrionale

E' raggiungibile da Port Luis con autobus pubblici o taxi.

GRAND BAIE

Destinazione preferita dai turisti, offre una splendida baia blu dall'aspetto tropicale; le spiagge non sono molte ma sono attrezzate per escursioni sulla barriera corallina, windsurf, attività subacquee, snorkelling, immersioni, passeggiate sottomarine, scuole di subacquea; la località è considerata una piccola Saint Tropez per l'eleganza dei ristoranti, degli alberghi e delle costose boutique, ma i prezzi sono i più alti dell'isola. La città è concepita per il turismo organizzato. Appartamenti e bungalow in affitto sono arredati con cura e dispongono di tutti i confort, molti sono muniti di cucina, i costi sono tra i 2000 e le 4000 rupie (80/160 euro). Numerosi i villaggi e gli alberghi lussuosi a prezzi elevati.

La baia di Grand Baie
Altare al dio hindu Ganesh sulla spiaggia di Grand Baie

PEREYBERE

A due chilometri da Grand Baie, offre una bella spiaggia e un buon numero di ristoranti e alberghi economici, e tutte le amenità di Grand Baie, spendendo circa la metà.

Tipica barca per il trasporto di turisti
La spiaggia di Perèybère
Perèybère: la "punta dei naufragi"

Giardini botanici Sie Seewoosagur Ramgoolam: è una delle mete più rinomate, dai giardini rigogliosi che catturano con la loro bellezza naturale; conviene noleggiare una delle guide numerose all'ingresso che, per circa 2 euro, illustreranno un'infinita varietà di piante, fiori e specie di uccelli. Diverse personalità di rilevanza mondiale hanno piantato alberi in questi giardini, compresi Nelson Mandela e Indira Ghandi.

Il lago delle ninfee, diametro oltre il metro
Il lago dei fior di loto
Fiori di loto

Mauritius centrale

Raggiungibile da Port Luis con autobus pubblici o taxi.

CUREPIPE

Con i suoi tanti mercati dà la possibilità di fare acquisti interessanti, ma la sua maggiore attrattiva è il cratere di Trou aux Cerfs, vulcano spento e riccamente coperto di vegetazione, da cui si può ammirare il panorama di tutta l'isola; vi si arriva attraverso una strada asfaltata, attrezzata con panchine per chi volesse percorrerla a piedi.

Da Curepipe partono gli autobus per Hinrietta, da cui bisogna camminare per circa 2 Km per raggiungere le bellissime sette Cascate Tamarin e concedersi un bagno rigenerante.

ROSE HILL

E' una graziosa cittadina indiana, ai piedi della solenne montagna Corp de Garde, dove il mercato e il grande centro commerciale, particolarmente convenienti, offrono sete di importazione indiana, sahari, ma anche articoli occidentali di grandi firme. Da Port Luis e da Curepipe è raggiungibile in poco tempo con autobus pubblici.

Modellismo navale: una fiorente attività, tipica dell'Isola

Mauritius orientale

Raggiungibile da Port Luis con autobus pubblici o taxi.

TROU D'EAU DOUCE

Vi partono escursioni in barca per l'Ile aux Cerfs, che è unita all'Ile de Est da una pittoresca lingua di sabbia percorribile a piedi; vi si trovano bancarelle di souvenir, alcuni ristoranti e un piccolo recinto con esemplari di tartarughe giganti Aldabran, oltre naturalmente a spiagge tropicali favolose e un mare splendido.

Ile aux Cerfs

Mauritius occidentale

Raggiungibile da Port Luis con autobus pubblici o taxi.

FLIC EN FLAC

Località balneare in rapida espansione; le sue spiagge bellissime sono costellate di strutture alberghiere di lusso; la bellezza della natura è però ancora intatta nella panoramica riserva di Casela Bird Park: oltre a pappagalli multicolori e rari piccioni rosa, vi sono leopardi, tigri, lemuri, scimmie e tartarughe giganti, una delle quali ha 150 anni.

GRANDE RIVIERE NOIRE e LA PRENEUSE

A poca distanza dalla riva di entrambe le località il fondale oceanico tocca i 700 metri di profondità e l'attività principale è la pesca d'altura di grandi predatori come tonni, squali, marvin; è possibile per i sub più fortunati nuotare insieme allo squalo balena, non impossibile da avvistare. Numerosi sono gli alberghi che offrono imbarcazioni equipaggiate per appassionati, al costo di 6.000 - 10.000 rupie (240- 400 euro) per sei ore di pesca.

CHAMAREL

Le spettacolari cascate e le insolite "Terre colorate" (sette strati di terra di differenti colori formatisi in seguito al raffreddamento non uniforme della crosta terrestre) si trovano a 4 Km da Chamarel; si raggiungono in autobus o in taxi e sono meta di numerosissimi turisti; la curiosità delle terre colorate è che se mischiate insieme in una provetta di vetro, dopo alcuni giorni i diversi colori compaiono nuovamente separati.

Le "Terre colorate"

Alberghi: il prezzo varia ma rimane alto, dalle 3.000 alle 7.000 rupie (120-280 euro)

Mauritius meridionale

Raggiungibile da Port Luis con autobus pubblici o taxi.

MAHEBOURG

A differenza di altre località più sfruttate, la costa meridionale appare piacevolmente libera da strutture turistiche. In massima parte è adibita alla coltivazione della canna da zucchero ma vi sono ancora tratti incantevoli di foresta sui pendii della catena delle Montagnes Bambous, a nord della cittadina di Mahèbourg, dove una dimora creola ospita il Museo navale.

Alberghi: i costi sono accettabili, il servizio discreto dalle 500 alle 1.000 rupie (20-40 euro)

A cura di Paola Presciuttini, gennaio 2004
Facebook Twitter Linkedin