Sulla cresta dell'onda
viaggititle

Emilia Romagna - Marinerie aperte:

luoghi e saperi della gente di mare

Nell'estate 2005 ha preso il via, in Emilia-Romagna, la manifestazione Marinerie Aperte finanziata dal progetto europeo "Marimed - la Pesca come fattore di sviluppo del Turismo sostenibile" approvato nell'ambito del Programma di Iniziativa Comunitaria INTERREG IIIB Medocc mediante l'apporto del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR). Oltre all'Italia vi partecipano Francia e Spagna con soggetti pubblici e privati.

L'obiettivo del progetto biennale (si concluderà nel maggio del 2006) è quello di favorire la collaborazione tra la pesca ed il turismo ed arricchire l'offerta turistica con nuove opportunità al fine di promuovere e valorizzare il patrimonio naturale, culturale e sociale dei porti del Mare Mediterraneo.

A titolo esemplificativo riportiamo il programma degli eventi organizzati in settembre-ottobre 2005, a suo tempo comunicato dalla Regione:

" Nell'ultimo fine settimana di settembre (sabato 24 e domenica 25) e nel primo di ottobre (sabato 1 e domenica 2) tutte e nove le marinerie della riviera emiliano-romagnola si apriranno alla visita.

Sono i luoghi straordinari dove vive e lavora la gente di mare. Dove la storia, la cultura e le tradizioni dei pescatori sono vive ed affascinanti, per quanto sconosciute ed a volte addirittura misteriose come le leggende che aleggiano attorno al mare, soprattutto quando si spengono i riflettori della stagione estiva.

Marinerie aperte vuole fare conoscere proprio questa realtà più intima, nascosta e profonda del nostro mare, di quella "fascia" di terra che ospita i porti, i fari, gli attrezzi della pesca e le imbarcazioni.

Un fitto calendario di attività turistico-culturali, ludiche e gastronomiche renderanno visibili ma anche vivibili le nostre marinerie. Accompagnati dai pescatori stessi, da esperti del settore e personale preparato, i turisti avranno la possibilità di sperimentare itinerari, incontri, laboratori ed eventi (molti dei quali specifici per bambini), diversi e unici per ogni singola marineria.

Nel doppio fine settimana sarà quindi possibile "trovare aperti" e visitare imbarcazioni da pesca, laboratori artigiani, cantieri navali, mercati ittici, mostre tematiche e musei legati al mare ed assaggiare direttamente in loco alcune prelibatezze gastronomiche a base di pesce che fanno di questa area d'Italia anche un vero e proprio "giacimento" del buon gusto.

L'iniziativa, coordinata dalla Regione Emilia Romagna - Servizio Turismo e Qualità Aree Turistiche, coinvolge tutte le nove marinerie della regione (da Nord a Sud): Goro, Comacchio-Porto Garibaldi, Marina di Ravenna, Cervia, Cesenatico, Bellaria-Igea Marina, Rimini, Riccione e Cattolica.

Si parte da Goro (Sabato 24 settembre e sabato 1 ottobre) con il "Circuito della vongola verace", fra uscite in mare aperto per andare a raccogliere le vongole per poi gustarle, cucinate da abili pescatori.

Porto Garibaldi e Comacchio (Domenica 25 settembre e domenica 2 ottobre) rappresentano "Le valli e il mare" ed il programma prevede, tra l'altro, la visita al mercato ittico ed al retificio di Porto Garibaldi, la visita in barca al Museo delle Valli, ma anche romantiche "passeggiate" lungo i canali di Comacchio a bordo delle tipiche imbarcazioni del Delta del Po. Ed ancora incontri, mostre e degustazioni del prodotto tipico della zona: l'anguilla.

A Marina di Ravenna (Domenica 25 settembre e domenica 2 ottobre) i protagonisti saranno i "Mitili dei pescatori subacquei", attraverso degustazioni, mostra fotografica, incontri con autori di libri sulla fauna marina, proiezioni di filmati sulle suggestioni dei fondali di questa parte di Adriatico.

Per Cervia (Sabato 24 settembre e Sabato 1 ottobre) "Il pesce e il sale" è un binomio inscindibile o quasi, vista la presenza delle famose saline. Brevi lezioni di cucina, esperienza di pescaturismo a bordo di pescherecci, laboratori per bambini e degustazioni di pesce, visite ai luoghi della pesca ed alle saline sono gli ingredienti per questa località. Inoltre, sarà possibile visitare "Sestarte" una mostra d'arte, appositamente allestita per Marinerie Aperte, che testimonia come i giovani artisti vedono il mare.

A Cesenatico (Domenica 25 settembre e Domenica 2 ottobre) la protagonista è la "Canocchia dello strascico": da non perdere le lezioni per cucinarla ma anche le degustazioni. E poi uscite in barca, la visita al bellissimo porto disegnato da Leonardo Da Vinci e all'ampliato Museo della Marineria.

A Bellaria-Igea Marina (Sabato 24 settembre e Sabato 1 ottobre) abili pescatori insegnano le caratteristiche della "Piccola pesca" attraverso visite guidate, mostre e dimostrazioni della "sbroccatura" delle reti (raccolta dei pesci dalle reti).

Rimini (Sabato 24 settembre e Sabato 1 ottobre) rende omaggio al "Pesce azzurro" con degustazioni, visite alle imbarcazioni, scuola di cucina e diverse iniziative dedicate ai bambini.

"La Saviolina e le altre" saranno in bella mostra a Riccione (Domenica 25 settembre e domenica 2 ottobre). Si tratta del raduno delle imbarcazioni storiche della "Mariegola delle Romagne". Inoltre la scuola di nodi e di vela e le degustazioni dei prodotti ittici locali.

Infine, per ordine puramente geografico, a Cattolica (Sabato 24 settembre e sabato 1 ottobre) la regina sarà la "Vongola poveraccia", da degustare ma anche da conoscere attraverso visite ai luoghi della marineria, incontri ed esperienze didattiche per bambini.


A tutti i partecipanti alle attività di Marinerie Aperte sarà data in omaggio la nuovissima Guida ai luoghi della pesca della Regione Emilia-Romagna ".


Per informazioni e prenotazioni: telefono 051 283013 (segreteria organizzativa operativa dal 01/09/05 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00) oppure consultare il sito www.marinerieaperte.org


Ufficio Stampa Coop Aleph

contatti:

Pierluigi Papi tel. 0545 61141 - 338 3648766, papi@coopaleph.it

Tatiana Tomasetta tel. 338 9179905, tomasetta@coopaleph.it