Sulla cresta dell'onda
titolo

Albenga (SV)

La "Piazzetta dei Leoni" è uno degli angoli più celebrati di Albenga. Prende il nome dai tre leoni in sasso piperino che i conti Costa, proprietari dei palazzi circostanti, fecero collocare per ornamento della piazza nel 1608.

Torre Leoni

Sull'acciottolato della pavimentazione si trova lo stemma dei marchesi Del Carretto con le lettere FOCDCMDB, che Nino Lamboglia interpretò come Fecit Octavianus De Carreto Marchio de Balestrino, verso la metà dell'Ottocento.

Torre Leoni

La piazza è dominata dalla Torre dei Costa, alla quale è appoggiato uno dei leoni, incorporata nella casa medievale dei Costa, illustre famiglia di Albenga, di cui fu la più antica residenza. Il basamento della torre è in conci di pietra Cisano lavorati a bugnato, risalenti al XII secolo. La parte superiore è in laterizio, inizi XIV secolo, mentre più tarda dovrebbe essere la merlatura alla ghibellina, sostenuta da tre ordini di archetti pensili aggettanti l'uno sull'altro.

Sulla torre è ancora visibile la traccia della meridiana, di cui il restauro conservativo ha potuto salvare il solo stilo.

Meridiana di Albenga

(Foto W. Rossi, 15 marzo 2006)


Sulla facciata dell'adiacente sede vescovile (già residenza dei Marchesi del Carretto Di Balestrino) si trova un secondo quadrante, di cui rimangono l'ortostilo e frammenti dell'apparato decorativo.

Meridiana di Albenga
Meridiana di Albenga

Fotografie di Carlo Di Ruzza, giugno 2010

A cura di Paola Presciuttini