Sulla cresta dell'onda
testata

Albisola Superiore

Il comune di Albisola Superiore comprende un centro abitato a monte della ferrovia, a circa un km dal mare, e un borgo a valle detto Albisola Capo, dalla bella spiaggia che si ricollega a quella di Albisola Marina. L'area era già abitata dai Liguri Docilii in epoca preistorica, come attestano le tombe con urne cinerarie dell'Età del Ferro, recentemente rinvenute in una zona del comune. Conquistata dai Romani, l'area fu denominata Alba Docilia e come tale figura sulla Tabula Peutingeriana, come stazione di posta tra Genova e Vada Sabatia, l'odierna Vado Ligure. Nel Medioevo fu prevalentemente dominio del Marchesato di Savona finché non cadde sotto il controllo della Repubblica di Genova, di cui seguì le sorti fino all'annessione al Regno di Sardegna.

Ad Albisola Superiore, appena fuori del centro abitato, si incontra la cinquecentesca chiesa di San Nicolò Vescovo; sul prospetto laterale destro si trova un antico quadrante a ore italiche, orientato a mezzogiorno e munito di ortostilo, mentre la linea meridiana indica il mezzodì locale; segna le ore dalla 13a alle 23a, anche se l'ultima linea oraria numerata è la 18a: presumibilmente i due corpi aggettanti in corrispondenza dei lunotti barocchi, che all'interno della chiesa ospitano edicole votive, sono posteriori e quindi quello adiacente al quadrante ne ha coperto una parte.

Chiesa di San Nicolò Vescovo di Albisola Superiore
Chiesa di San Nicolò Vescovo di Albisola Superiore

Un secondo quadrante ad ore vere, opera di G. Mellini - che nella forma richiama un'edicola sacra, con tettuccio di protezione e decorazione con cielo stellato e sole fiammeggiante - è stato collocato nel 1874 sul muretto di contenimento del soprastante Oratorio di Santa Maria Maggiore, adiacente alla chiesa di San Nicolò: la targa ad esso affiancata dà le coordinate del luogo (lat. 44° 20' 28" N - long. 8° 23' 37" E) e precisa che l'orologio è regolato sul meridiano di Albisola ed è stato restaurato nel 1993 da G. P. Parini a cura del Rotary Club Savona e dell'Amministrazione comunale di Albisola Superiore.

E' appena declinante a levante, è munito di elaborato stilo polare con gnomone a piastra forata e segna le ore dalle 8.00 alle 16.00.

In basso il motto:Celere ai lieti e lenta ai mesti è l'ora / tu sì la spendi che a Dio piaccia ancora.

Nella foto a sinistra l'Oratorio di Santa Maria Maggiore.

Oratorio di Albisola Superiore
Oratorio di Albisola Superiore

Fotografie di Carlo Di Ruzza, gennaio 2010

A cura di Paola Presciuttini