Sulla cresta dell'onda
titolo


A S T I

Asti vanta, tra i suoi tanti edifici di rilevanza architettonica e storica, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il più imponente capolavoro dell'architettura gotica del Piemonte e anche la più grande chiesa della regione, con i suoi 86,50 m. di lunghezza e 24 m. di altezza e di larghezza.

L'impianto originale, che risale probabilmente al V secolo, crollò alla fine del sec. XI; nei secoli successivi la nuova fabbrica progredì per giungere a compimento alla metà del Trecento, mentre l'adiacente romanica torre campanaria era già stata innalzata dopo la metà del Duecento.

Nel corso del tempo l'edificio si arricchì di opere d'arte e di preziosità architettoniche, tra le quali il grandioso portale gotico sul prospetto laterale di mezzogiorno, affiancato da altissime strette vetrate ad arco.

Sull'adiacente torre campanaria, in basso, sono stati installati due orologi solari affiancati, incisi su lastra di pietra.

Uno, non datato ma firmato Tebenghi - Torino, è a ore italiche, dalla 12a alla 24a, con linea meridiana e stilo polare; indica sia le coordinate del luogo - lat. 44° 54', long. 27° 11' - sia la declinazione a levante di 10° 22'.

Il secondo, presumibilmente dello stesso autore, ha un elaborato gnomone metallico collocato sul margine inferiore del quadrante, è a ore vere, dalle 6.00 alle 17.00, completo di mezzore e quarti, e di linea meridiana.

(Fotografie di Carlo Di Ruzza, febbraio 2010)

A cura di Paola Presciuttini