Sulla cresta dell'onda
titolo

San Giovanni in Persiceto (BO)

Il territorio di San Giovanni in Persiceto (BO) ha preservato reperti di epoca preistorica, gallica e romana. Situato in zona alluvionale, fu in parte bonificato sotto il dominio dell'Esarcato di Ravenna.

Il paese fu soggetto nel tempo a diversi potentati e a ripetute distruzioni conseguenti alle rivolte degli abitanti locali contro il potere feudale, e il suo nucleo più antico - Borgo Rotondo - risale probabilmente alla dominazione longobarda.

Sul finire del XV secolo il locale castello fu potenziato con fortificazioni e terrapieni e fu eretto, sotto la signoria dei Bentivoglio, il palazzo che oggi è sede del Comune.

Oggi la città è sede ufficiale del Museo del Cielo e della Terra, ossia un museo della scienza che si articola su svariati Comuni adiacenti, e comprende tra l'altro un Planetario, un Orto Botanico, un Laboratorio dell'Insetto e il Laboratorio di Scienza e Tecnologia per ragazzi. La Collegiata di San Giovanni Battista ospita la più antica campana del Bolognese, fusa nel 1318, oltre a numerose opere d'arte.

Su un edificio del nucleo antico si trovano due quadranti solari affiancati, declinanti a ponente, creati nel 2004 da "P.R.": a sinistra a ore italiche, dall'ora 16a alla 24a; è munito di ortostilo e motto: Con l'ombra nulla / senza ombra nulla.
A destra l'orologio, anch'esso con ortostilo, indica le ore europee dalle 9.00 alle 19.00, con le mezzore e i quarti. Il motto: Il tempo fugge / l'uomo strugge.

San Giovanni in Persiceto

Fotografie di Irina e Fosco Rocchetta, autore di svariate pubblicazioni su storia e cultura di Riccione

A cura di Paola Presciuttini, giugno 2010