Sulla cresta dell'onda
testata

Salisburgo

Salisburgo è una città dell'Austria centro-settentrionale, capitale dell'omonimo Stato federato, a circa 300 km ad ovest di Vienna.

È famosa per la sua architettura barocca italianeggiante, per aver dato i natali a W.A. Mozart e per essere ancora oggi sede di importanti eventi musicali.

Rilevante è l'Abazia benedettina di S.Pietro, costruita intorno al 700, all'epoca in cui Salisburgo era ancora conosciuta con il suo nome latinoJuvavum, per opera del frate missionario Hroudbert. Distrutta da un incendio nel 1127, fu ricostruita dopo qualche anno in stile romanico, a tre navate.

Nei secoli successivi la basilica subì numerose modifiche; in particolare nel 1240 si costruì il portale in stile romanico, mentre nel 1319 fu realizzata la cappella di San Veits, il più antico esempio di gotico presente nella città di Salisburgo. Nel 1769 e 1783 Mozart vi diresse personalmente le sue Messe solenni.

In una delle cappelle laterali è colocata una targa in memoria di Nannerl, sorella di Mozart.

Sul portale di un edificio barocco, appartenente all'Abazia, si trova uno splendido quadrante sovrastato dall'effigie di San Pietro. È declinante a ponente, munito di stilo polare, e segna le ore dalle 08.00 alle 18.00. Sotto, le chiavi simbolo del Santo.

Salisburgo-Abazia di S. Pietro

La Fortezza di Salisburgo, di cui l'impianto originario risale al secolo XI, è la più grande fortezza interamente conservata del centro Europa. È in pietra bianca, cinta da grossi bastioni e sovrasta la città dall'alto del Mönchsberg, uno degli alti colli che fiancheggiano la città. Particolarmente interessanti sono le Stanze dei Principi medievali e il Museo. Dal 1892 la Fortezza Hohensalzburg è facilmente raggiungibile con una funicolare che parte dalla Festungsgasse. Vi sono stati preservati tre quadranti solari.

Uno di questi, un grande complesso orologio policromo, è stato ripristinato, nel 2001, sulla facciata orientale della Cappella di S. Giorgio (1505); munito di falso stilo e declinante a levante, segna le ore italiche, babiloniche e astronomiche ma sono solo numerate queste ultime, dalle 08.00 alle 16.00. Il perimetro è decorato con artistiche rappresentazioni dei segni zodiacali. In basso a sinistra compaiono due vistosi stemmi.

Salisbrugo - fortezza

Foto Fosco Rocchetta e Irina Kruglova. Fosco Rocchetta è anche autore di svariate pubblicazioni su storia e cultura di Riccione

a cura di Paola Presciuttini, febbraio 2011