Sulla cresta dell'onda
Antichi mestieri del mare:
costruire o restaurare barche,
realizzare cordami o vele latine,
dipingere il mare ...

Storie di Barche: il cantiere dei mestieri del mare, ossia un'associazione che opera da diversi anni nel campo della valorizzazione della cultura marinara: non solo costruzione di barche e recupero di vecchie imbarcazioni liguri, ma anche riscoperta e trasmissione di "cultura materiale" e ritorno alla vela latina.

Come nasce l'iniziativa? In modo apparentemente casuale: tre carpentieri si incontrano, parlano di barche e decidono di costruirne una. Un anziano maestro d'ascia accetta di aiutarli, mentre "Storie di Barche" riesce a creare le condizioni perchè i quattro amici (vogliamo conoscerli?) possano cimentarsi con il progetto più difficile, meno remunerativo, ma più affascinante: la costruzione di un gozzo con tecniche tradizionali, armato a vela latina. Così è nata la grande sfida e sarà il Galata Museo del Mare a raccontarla a tutti: in particolare ai ragazzi delle scuole.

Una pagina illustra il restauro del gozzo cornigiotto Biancamaro. Un'altra racconta l'avventura del Checco, un gozzo catalano in legno lungo 4,60 m, donato in condizioni precarie a tre soci dell'Associazione e rimesso a nuovo dopo i lunghi mesi di lavoro necessari per interventi radicali.

Altrove scopriamo la storia dell'agile Lancetta ligure "Rosetta", che ha segnato la nascita dell'Associazione. Oppure seguiamo il progetto di costruire un Platte a vela, di cui i disegni sono stati forniti dal segretario comunale del Comune di L'Ile-Tudy, promotore in Francia di un'analoga iniziativa che ha permesso la costruzione di ben sei imbarcazioni di questo tipo.

O ancora, assistiamo alla Costruzione del Dory di Swampscott, nato dal desiderio di un Socio di autocostruire una barca, lontana - sì - dalla tradizione ligure, ma dotata di buone caratteristiche sotto remo con possibilità di sfruttare il vento con una vela e allo stesso tempo "facile" da costruire.

Per favorire, dunque, la riscoperta e trasmissione della "cultura materiale" che alimenta gli antichi mestieri del mare, l'Associazione organizza "circoli di studio" per insegnare il restauro, la filatura di fibre tessili, la produzione di cordami, la tessitura di reti.

L'Associazione organizza anche diversi corsi durante l'anno, variabili di anno in anno, anche in funzione di specifiche richieste, che vanno dal restauro di barche, al disegno tecnico, alla realizzazione di mezzi scafi e altro ancora.

....e il Museo del Mare di Genova, mette le vele quadre....

http://www.storiedibarche.it/eventi/museo-del-mare-vele-quadre.asp


www.storiedibarche.it/barche-pesca-merluzzo-anita-conti/barche-pesca-merluzzo-anita-conti.asp

Anita Conti e le barche della pesca al merluzzo
viaggio sulle barche da pesca sui banchi del Nord Atlantico:
dalle immagini di Anita Conti alla realizzazione di un Doris

12 Aprile - 27 Maggio 2007

Museo Galata di Genova


Dicembre 2007

Museo Marittimo di Cesenatico


Anche nel 2007 Storie di Barche è stata compresa negli
"Straordinari" della città di Genova.
L'evento è stato festeggiato con un brindisi a Palazzo Ducale il 6 dicembre.

Facebook Twitter Linkedin