Miti e Leggende

Asterione

Asterione è il nome del Minotauro che, secondo la mitologia greca, viveva sull’isola di Creta, regno del re Minosse. L’essere metà uomo e per metà toro era il frutto, secondo la leggenda, dell’unione fra la moglie di Minosse, Pasifae, ed un toro che venne mandato a Creta da Poseidone stesso. Secondo la leggenda Minosse pregò Poseidone di inviargli un animale da sacrificare agli dei come dono. Poseidone lo esaudì e gli invio un toto bianco, possente e meraviglioso. Quando Minosse vide quanto l’animale era bello, si rifiutò di ucciderlo, lo mise nelle sue stalle e ne sacrificò un altro. Per vendetta, il dio del mare fece innamorare la moglie di Minosse con il toto. Dall’unione nacque Asterione. 

La mostruosa creatura venne poi rinchiusa all’interno del labirinto di un palazzo di Cnosso (tuttora esistente sull’isola). La bestia era feroce ed indomita. Quando il figlio di Minosse venne ucciso dagli abitanti di Atene, che erano infuriati perché nel corso dei giochi perdevano in continuazione, Minosse si vendicò richiedendo che la città di Atene inviasse ogni anno sette ragazzi e sette ragazze da sacrificare al Minotauro. Teseo, il coraggioso figlio del re di Atene Egeo, fece parte della spedizione; facendosi aiutare dalla figlia di Minosse, Arianna, entrò nel labirinto ed uccise Asterione. Questo personaggio ricorre anche nella letteratura, per esempio nel racconto di Louis Borges, ‘La casa di Asterione’. Il Minotauro compare anche nel Canto XII della Divina Commedia di Dante Alighieri. 

Lascia un commento

privacy policy