Miti e Leggende

Balio

Nella mitologia greca, non rivestono un ruolo importante solamente gli esseri umani, ma anche gli animali. In particolare Balio, il cui nome deriva da balios che significa ‘pezzato’ è il cavallo che, assieme a santo, era nato da Zefiro e dall’arpia Podarge. Questi due cavalli avevano un dono estremamente speciale, che gli era stato conferito direttamente da Era: potevano parlare. I due destrieri erano guidati al cocchio da Automedonte, il condottiero del cocchio di Achille. 

Secondo la mitologia, durante la festa per il matrimonio di Teti, madre di Achille, ogni dio fece un prezioso dono alla novella sposa. Posidone decise di regalarle questi splendidi cavalli immortali. Peleo li donò poi al figlio Achille affinché se li affiancasse nel corso della guerra di Troia. Secondo la narrazione dell’Iliade, quando Achille uccise Ettore legò il suo corpo al cocchio che era condotto proprio da Balio e da Xanto. I due cavalli furono prestati da Achille anche al suo protetto, Patroclo. Quando poi Patroclo morì in guerra, Achille si arrabbiò con i suoi destrieri. Questo cavallo immortale aveva anche altre doti. Anche Tanto era in grado di parlare e non solo, prevedeva il futuro. Quando predisse la morte imminente di Achille, quest’ultimo si infuriò. 

Lascia un commento

privacy policy