Miti e Leggende

Bellona

Bellona è una figura della mitologia romana: è nella tradizione la dea della guerra (guerra, in latino, si dice ‘bellum’). Il suo equivalente nella mitologia greca è Enio. Sempre secondo la tradizione, sarebbe la moglie di Marte; viene rappresentata come un’auriga, che siede su un carro brandendo una torcia, oppure una lancia o una spada. Citata anche nella Metamorfosi di Ovidio come dea della Guerra, divenne molto importante per i romani, un popolo che aveva fatto della battaglia un’arte. Il suo tempio si trovava vicino al Teatro Marcello, fuori le mura Serviane. 

Vicino al tempio si trovava una colonna, dove il sacerdote di Giove scagliava una lancia per dichiarare la guerra. Questa dea, al di là della sua importanza simbolica, non ha svolto un ruolo particolare nella leggenda o nel mito, eppure era tenuta in grande considerazione grazie al fatto che simboleggiasse l’arte della guerra e della strategia di battaglia. Era considerata la dea che proteggeva la guerra e quindi anche l’esercito romano, per questo era estremamente rispettata e ritenuta importante. Moglie e sorella di Marte, sempre raffigurata con degli strumenti bellici nelle sue mani a ricordare il suo scopo, il suo tempiale era situato vicino a quello del fratello e marito. 

Lascia un commento

privacy policy