testata4
Angolo arrotondato Angolo arrotondato
monumtitle

Sculture



Taranto


Monumento al Marinaio.

(Allotta 1999)


Todi (PG)
Cattedrale di Santa Maria Assunta: una fusione in bronzo, di vigorosa intensità, rappresenta papa Martino I sulla nave che lo portò prigioniero a Costantinopoli. La prua - in forma di figura femminile emergente dalle acque - si protende dalla parete della navata di sinistra verso l'Altar Maggiore, a significare la fedeltà alla Chiesa di Roma e l'estremo sacrificio per essa.



Martino I, nato presso Todi, Papa dal 649 al 655, successe a Teodoro I nel giugno o luglio del 649. In precedenza era stato legato a Costantinopoli, tenuto in grande considerazione per le sue virtù. Uno dei suoi primi atti papali fu la convocazione del 1° Sinodo Laterano, dal 5 ottobre al 31 ottobre 649, affinché fosse condannata l'eresia monotelita. Questo gli valse la condanna dell'imperatore Costante II, che ne ordinò la deportazione. Martino fu arrestato nel Laterano il 15 giugno 653 e fu alfine condotto a Costantinopoli, dove fu sottoposto a torture e umiliazioni, fino al definitivo esilio a Cherson in Crimea, dove morì il 16 settembre 655. I suoi resti mortali furono successivamente portati a Roma, dove riposano nella chiesa di S. Martino ai Monti.

La Cattedrale, situata in piazza del Popolo - una tra le più belle piazze d'Italia - fu innalzata nel secolo XI, sui resti di una chiesa preesistente. Subì modifiche integrali nei secoli XIII-XV; modificata ulteriormente nel XVI secolo, fu nuovamente trasformata verso la metà del XIX secolo. La si raggiunge mediante una lunga scalinata, su cui aprono tre portali, sormontati da tre rosoni, di cui quello centrale risale al 1520, mentre il campanile è del XIII secolo. All'interno, con pianta a croce latina, si trovano quattro navate, di cui l'ultima fu costruita nel XIV secolo. Custodisce preziose opere d'arte, tra le quali un "Giudizio Universale" di Ferraù di Faenza, della fine del XVI secolo, due tavole dello Spagna e due statue di Giovanni Pisano.


Trapani
Monumento "agli uomini del mare" dello scultore trapanese Pino Maiorca, 1982
(Foto V. Rossi, ottobre 2005)



Trapani

La Città a Garibaldi, 1890
(Foto V. Rossi, ottobre 2005)




Trapani
Monumento alla Vergine, patrona della Città, su un alto basamento dominante sul porto. La stele è stata donata nel 2005 dal Gruppo "La Flagellazione"
(Foto V. Rossi, ottobre 2005)



Trapani
il monumento a Vittorio Emanuele II, il "Re Galantuomo"
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  Adiacente, la fontana dei Tritoni
 
  (Foto V. Rossi, 30 aprile 2006)





Trapani

Cappelletta dedicata a "Maria SS. di Trapani dei Marittimi" (1977), adiacente alla Reggenza Fanali della Marina Militare, nel porto. La piccola statua sull'altare è una copia ridotta della grande statua in marmo pario - capolalvoro trecentesco attribuito a Nino Pisano - collocata nella Basilica dell'Annunziata, il Santuario mariano più famoso della Sicilia occidentale, ai piedi del Monte Erice.
(Foto V. Rossi, ottobre 2005)


Angolo arrotondato Angolo arrotondato
Facebook Twitter Linkedin