testata4
Angolo arrotondato Angolo arrotondato

Pirofregata corazzata di 2░ ordine Castelfidardo


Classe "Maria Pia"
Disl. 4600 t.
varata 1░ agosto 1863 nel cantiere Gouin di Saint Nazaire
iscritta nel naviglio nel maggio 1865
radiata nel 1910


Nel 1865 fu inviata a Tunisi per chiedere riparazione a un'offesa arrecata alla Bandiera nazionale.

Nel luglio del 1866, al comando del capitano di vascello Raffaele Cacace, partecip˛ alla battaglia di Lissa.

Nel 1869, sempre al comando del capitano di vascello Raffaele Cacace, raggiunse le coste della Siria e dell'Egitto e successivamente riport˛ in Patria il Duca e la Duchessa d'Aosta, che avevano partecipato all'inaugurazione del canale di Suez.

Nel settembre 1870 fu impegnata a Civitavecchia, nelle operazioni di occupazione del territorio pontificio.

Nel marzo 1871 si rec˛ a Tunisi per sostenere l'azione consolare italiana in occasione di un incidente diplomatico con quel Paese.

Nel luglio 1876, passata al comando del capitano di vascello Vittorio Armijon, and˛ in crociera in Albania.

Dal luglio 1881 al febbraio 1882 fu impegnata a Tunisi, durante la guerra d'indipendenza di quel Paese contro la Francia, in appoggio alla comunitÓ italiana.


Fotografia d'epoca inviata da Aldo Fontana, che ringraziamo vivamente,
il cui bisnonno Giuseppe Cipollina prest˛ servizio sulla Nave



Dall'album di famiglia:

Giuseppe Cipollina
Corpo Reali equipaggi
Dipartimento marittimo di Napoli

Imbarcato sulla Castelfidardo come pilotino, partecip˛ all'intera campagna del 1866 e fu quindi a Lissa.

Come scrisse il figlio Martino, "chiuse la Sua nobile esistenza il 16 Settembre 1926".

Notizie ulteriori nel Libro d'oro del patriottismo italiano, 1902


Nel maggio 1882, al comando di Giovanni Uberti, la nave fu inviata in Egitto per accogliere e rimpatriare gli Italiani in fuga da Alessandria, dove erano scoppiati gravi disordini.

Nel marzo 1884, al comando di Gioacchino Trucco, si rec˛ in mar Rosso a difendere i cittadini e gli interessi italiani ad Assab. Vi torn˛ nel dicembre 1884 per partecipare all'occupazione di Beilul, in Egitto.

Nel dicembre 1886, al comando di Gustavo Colonna, fu inviata in perlustrazione tra Fiume e Gravosa a mostrare bandiera in appoggio alle comunitÓ italiane.

Nel 1891, con l'insegna di comando della seconda divisione della squadra comandata dal contrammiraglio Cesare di Sanfelice, partecip˛ alla crociera nelle acque del Levante.

Successivamente, dopo aver partecipato alle esercitazioni navali del 1893, assunse il servizio di nave centrale della difesa di La Maddalena.

Nel marzo 1897 fu nuovamente inviata in Grecia, per sostenere l'insediamento del governo provvisorio dell'isola di Creta.

Nel 1900 fu destinata a La Spezia, come nave-scuola per torpedinieri.



Una seconda nave omonima - torpediniera CL "Curtatone", Disl. 1214 t. - fu varata nel cantiere Orlando di Livorno il 4 giugno 1922.

Catturata dai Tedeschi il 9 settembre 1943 e ridenominata "T.A. 16", fu affondata da aerei britannici ad Heraklion il 2 giugno 1944.



Per conoscere la storia delle navi della Marina Militare, dei comandanti in carica, di UnitÓ precedenti con lo stesso nome, e dei personaggi cui alcune sono intitolate, visitare la pagina www.marina.difesa.it/unita/index.asp


Torna su


Angolo arrotondato Angolo arrotondato
Facebook Twitter Linkedin