testata4
Angolo arrotondato Angolo arrotondato


Artisti sec. XX - XXI


Fabrizio Boccardo

Fabrizio Boccardo, disegnatore scientifico autodidatta, è laureato in giurisprudenza. Ha collaborato alla pubblicazione di opere specialistiche e all'allestimento di mostre naturalistiche con diverse Istituzioni nazionali, tra cui Padiglione del Mare e della Navigazione (ora chiuso e riallestito nel "Galata Museo del Mare), e partecipa a svariate iniziative dell' Acquario di Genova. In particolare, per quest'ultimo ha realizzato oltre 800 disegni all'interno del "Progetto Mare" a carattere didattico; ha partecipato alla realizzazione delle mostre intitolate "Abitanti degli abissi" e "Conchiglie", e ha illustrato "Storie dell'Acquario" per il quotidiano La Repubblica - Il Lavoro.

Nel 1998 ha inoltre contribuito, con 32 disegni di altrettante navi idrografiche, alla redazione di 125 anni al servizio del Paese (Genova, Istituto Idrografico della Marina, 1998), pubblicato dall'Ente cartografico di Stato in occasione delle celebrazioni per il 125° anniversario della fondazione.


Cassis sulcosa, rinvenuta a Varazze il 28/08/1999.
Pastello ed acquerello su carta, cm.33x24


Murex brandaris, rinvenuta a Sori il 10/07/2000.
Pastello ed acquerello su carta, cm.33X24


Una scelta difficile

Decidere di studiare e disegnare animali e piante come professione, dopo aver condotto a termine studi di tutt'altro genere, non deve essere stata una decisione facile. Boccardo ha preferito non anteporre la concretezza ai sogni, l'arricchimento materiale immediato a quello interiore.


Le radici della passione per la natura ...

... affondano nell'infanzia trascorsa in campagna, dove poche erano le possibilità di svago e di gioco che non fossero direttamente legate al mondo rurale. L'affetto per quei luoghi, dove ha vissuto tanti momenti felici, lo spinge a cercare oggi di valorizzarli anche da un punto di vista scientifico, per farne conoscere la flora e la fauna ai tanti che ne ignorano la ricchezza.

I ricordi delle vacanze estive, con le lunghe peregrinazioni in cerca di funghi o a pesca, in contrapposizione ai periodi di "reclusione cittadina" propri del periodo scolastico, non possono che alimentare ogni volta un piacere viscerale, nel rivedere gli amati boschi o l'agognato mare, simboli di una libertà che si rinnova ad ogni occasione.

Ecco dunque che, inconsciamente memore delle gioie passate, si ritrova ancora oggi a guardare, con gli occhi stupiti del bambino di ieri, le molteplici forme vegetali ed animali che abitano l'angolo dietro la vecchia casa di campagna, sempre entusiasta quando gli si rivela alla vista un fungo o una pianta che ancora non conosce; ancor più felice quando può dare un contributo, anche piccolo, all''elenco delle specie marine della sua amata Liguria, incredulo di trovare, così vicino a sé, ancora un mondo inesplorato e ricco di sorprese, nel quale vede incessante la presenza del Divino.

Deriva forse dalla sua istintiva religiosità la necessità di condividere con altri l'amore per la natura e per ciò che essa rappresenta, affinché le sue scoperte, se non fondamentali da un punto di vista scientifico, non rimangano patrimonio esclusivamente personale.

Quale migliore strumento del disegno naturalistico?


Pesci ...

Che fortuna immensa abitare in una città affacciata sul mare! Pochi minuti d'auto e subito quell' immensa distesa d'acqua è pronta ad accoglierci per dispensarci i suoi infiniti segreti, scrigno sempre aperto in cui tuffarci ogni volta, alla ricerca di nuove avventure naturalistiche, mai banali e sempre emozionanti.

Gli abitanti marini, nella loro molteplicità, forniscono all'illustratore naturalistico spunti infiniti; quale stimolo migliore della presenza a Genova del grande Acquario cittadino, con il quale l'Artista collabora da diversi anni?


Seriola dumerilii. (Ricciola)


Lichia amia. (Leccia comune)


Thunnus thynnus. (Tonno rosso)


Coriphaena yppurus. (Lampuga)


Dentex dentex. (Dentice)


Epinephelus marginatus. (Cernia comune)



... ma anche funghi ...

Quanto è difficile riuscire a far comprendere alla maggior parte dei "gitaioli" domenicali che i funghi, oltre essere frutti eduli del bosco, possono anche essere oggetto di interesse profondo, alla stregua di altre e più appariscenti manifestazioni della natura! Del resto anche Boccardo ha iniziato quasi per caso ad accostarsi al mondo misterioso e pieno di fascino della micologia; dalle prime esperienze di semplice cercatore si è dedicato ad uno studio via via più approfondito, fondato su esperienze sul campo e su ricerche bibliografiche. Quando alla ricerca sul campo ha unito il disegno, si è visto spalancare il mondo della micologia scientifica, seguendo le orme di quei personaggi che fino a pochissimo tempo fa gli erano noti solamente quali venerabili autori dei testi sui quali studiava.


Cortinarius salor, rinvenuto presso la Certosa di Pesio (Cuneo), il 18/09/1999 Sotto Abete Bianco.
Pastello su carta, cm.33x24


Russula densifolia, rinvenuta a Baselga di Pinè (Trento), il 05/10/2002 sotto abete rosso.
Pastello su carta cm 33x24


Russula juniperina, rinvenuta a Punta Chiappa (Genova), il 27/10/2002 sotto leccio.
Pastello ed acquerello su carta cm 33X24


... e licheni

Da poco tempo ha unito alle sue iniziali passioni quella per i licheni, organismi straordinari che spera di poter presto trattare con familiarità, sulle orme di uno dei più grandi poeti liguri del novecento, Camillo Sbarbaro, lichenologo di fama internazionale.


Pseudoevernia furfuracea.
(particolare)


Rhizocarpon geogreaphicum.
(particolare)


Usnea subflorida.
(particolare)


A cura di Paola Presciuttini, 2005)


Torna su


Angolo arrotondato Angolo arrotondato
Facebook Twitter Linkedin