testata4
Angolo arrotondato Angolo arrotondato


Artisti sec. XVI - XIX


Hackert Filippo

Jacob Phillip Hackert (1737-1807) nacque in Germania a Prenzlau. Viaggiò molto in Europa e raggiunse la fama con le sue tele di scorci pittoreschi. Lavorò per Caterina di Russia e in Italia soggiornò a lungo a Roma, Firenze e Napoli. Qui, Ferdinando IV gli commissionò dodici quadri raffiguranti i porti del Regno delle Due Sicilie, ispirati alla serie di vedute dei porti francesi realizzata da Claude-Joseph Vernet per il Re di Francia. Le opere furono create sulla scorta di schizzi disegnati da lui stesso, come suggeriscono le repliche di figure ricorrenti in più tele; una raccolta di 136 cartelle di disegni preparatori è conservata presso lo Staatliche Museeum di Berlino. I quadri tappezzano invece lo "Studio" del Re nella Reggia di Caserta.


Un esaustivo saggio critico sull'Artista, illustrato da ulteriori riproduzioni di suoi olii, è stato pubblicato da Paolo Bembo - ufficiale della Marina Militare nonché studioso e cultore di arte pittorica - sulla Rivista Marittima, marzo 2002.


Il rapporto di Hackert con l'Officio Topografico del Regno di Napoli è illustrato dal prof. Vladimiro Valerio nel repertorio Costruttori di immagini / Disegnatori, incisori e litografi nell'Officio Topografico di Napoli (1781-1879), Napoli, Paparo Edizioni, 237 p., ill.


La flotta borbonica alla fine del Settecento. Al centro il vascello Sannita da 74 cannoni.
Napoli, Museo Nazionale di San Martino.


Il rientro a Napoli della flotta borbonica dalla spedizione di Algeri nel 1784. Olio, Reggia di Caserta.


Il porto di Barletta, Olio, Reggia di Caserta.


Il porto di Bisceglie, Olio, Reggia di Caserta.


Il porto di Brindisi, Olio, Reggia di Caserta.


Il porto di Gallipoli, Olio, Reggia di Caserta.


Il porto di Monopoli, Olio, Reggia di Caserta.


Il porto di Taranto, Olio, Reggia di Caserta.


Il porto di Trani, Olio, Reggia di Caserta.


Torna su

Angolo arrotondato Angolo arrotondato
Facebook Twitter Linkedin