testata4
Angolo arrotondato Angolo arrotondato


Artisti sec. XVI - XIX


G. Roberto

Come indica la sua stessa firma, Roberto aveva bottega a Genova, in via Prè, vicino cioè alla zona del porto da cui potevano giungere i suoi clienti. Di lui sono conservate molte opere, soprattutto "ritratti" di imbarcazioni, per cui era ricercato per la precisione della riproduzione.

Al Museo Marinaro "Gio Bono Ferrari" di Camogli se ne conservano due, mentre altri sono di un Roberto, ma Luigi, attivo negli stessi anni a Napoli, da non confondersi con il nostro.

Pochi, ma di rilievo, gli ex voto conosciuti da lui firmati; basti citare quello conservato al Santuario di Montallegro, raffigurante il "Narcissus" reso famoso dal fatto che su di esso navigò Joseph Conrad che ad esso si ispirò per il suo Il Negro del Narcissus. ...

A Roberto si deve l'esecuzione dei primi ex voto raffiguranti bastimenti a vapore, come i due conservati nel Santuario di N. S. di Montenero a Riomaggiore.
(Scheda integralmente tratta da Simonetti, 1992).


G. Roberto
La nave goletta Sarina, impiegata per il trasporto di carbone dalla Sardegna e dalla Maremma, ritratta sullo sfondo del porto di Genova, in un acquerello non datato conservato presso il Museo Marinaro "Gio Bono Ferrari" di Camogli.


G. Roberto
E' il bastimento Narcissus su cui, quando ancora batteva bandiera inglese, navigò J. Conrad che lo immortalò nel romanzo Il Negro del Narcissus. E' conservato presso il Museo Marinaro "Gio Bono Ferrari" di Camogli.



A cura di Paola Presciuttini, 2005)


Torna su


Angolo arrotondato Angolo arrotondato
Facebook Twitter Linkedin