Sulla cresta dell'onda

La maggior parte delle polene tardo-ottocentesche appartenevano a navi mercantili di un certo tonnellaggio, ed erano quindi ad esse proporzionate: la Donna in atto di avanzare - conservata a Genova presso il Galata Museo del Mare - appartenne a un brigantino e quindi ha dimensioni adeguate, quasi di grandezza naturale, che poteva essere superata sulle navi pi¨ grandi.

L'opera, in un sol pezzo salvo le braccia, conferisce l'idea del procedere, che si differenzia dalla staticitÓ di sculture analoghe. La mano destra doveva stringere qualcosa, che avrebbe consentito una migliore interpretazione dell'origine della polena. La colorazione monocromatica, di tonalitÓ verdastra, potrebbe indicare la volontÓ di dare l'impressione di una statua bronzea; o potrebbe invece alludere a una provenienza ligure, dove - risentendosi dei modelli francesi - si evitava il colore, a differenza dei vivaci modelli inglesi, che hanno influenzato le opere toscane e napoletane.

(Campodonico 2002)
en