Sulla cresta dell'onda

Savona: Torre Riario, Torre Corsi

savonatorrisud

Adiacenti alla torre del Brandale si trovano le torri romaniche Corsi e Riario; furono mozzate nel 1544, come tutte le torri medievali di Savona, per non ostacolare la visibilità dalla cinquecentesca fortezza del Priamàr.

Successivamente inglobate nel tessuto urbano, hanno riacquistato il loro aspetto originale dopo i crolli conseguenti all'ultima guerra.

Sono strette e alte, e quasi prive di bucature. Sulla torre Riario - nella figura di fianco è quella in primo piano - nota anche come "degli Scolopi" o "delle Scuole Pie", sono evidenti le tracce di aperture praticate nella pietra, quando ad essa furono addossate costruzioni successive, distrutte nel 1943.

Nella muratura sono presenti massi rossastri, lavorati a bugnato. Una monofora sulla facciata verso mare costituiva l'accesso.

savonatorri
savonatorriest

La torre Corsi è in pietra, con coronamento in mattoni di epoca più tarda.

Presenta due monofore a tutto sesto sul lato meridionale, di cui la più bassa, a qualche metro da terra, era il varco di accesso alla torre.

Oltre le torri si vedono i resti restaurati di ciò che rimane della probabile cinta muraria più antica, demolita all'inizio del Duecento.

(Foto V. Rossi, 15 febbraio 2005)