Sulla cresta dell'onda

Albenga, "Fortino"

albenga1
Albenga nella carta di Matteo Vinzoni da Il Dominio della Serenissima Repubblica di Genova in terraferma, 1773, edizione anastatica in 2010 copie dell'Istituto Geografico De Agostini, pubblicata nel 1959 in occasione del cinquantenario (1905-1955) della Compagnia Imprese Elettriche Liguri (C.I.E.L.I.), (coll.priv.), di cui l'originale, in due volumi, si trova presso la Biblioteca Civica Berio di Genova.

Il bastione di Albenga, comunemente noto come "Fortino", fu costruito entro il 1587 direttamente dalla Repubblica, poiché la popolazione locale non si era mostrata diposta ad affrontare l'onere della fabbrica, peraltro indispensabile come misura difensiva contro le incursioni barbaresche. Oggi a circa 200 metri dalla costa, era allora sulla riva del mare.

A differenza della maggior parte delle difese costiere di quella zona, prevalentemente in forma di modesto torrione a base circolare, il "fortino" è massiccio e possente, con pianta quadrangolare regolare, alto zoccolo a ripida scarpa, spigoli bugnati, cordolo di raccordo al piano rialzato, quattro guardiole pure quadrate agli angoli del coronamento, e lunga scala posteriore di accesso all'ingresso; quest'ultimo è molto alto rispetto al piano di campagna, secondo il consueto modulo difensivo delle fortificazioni antibarbaresche.

È una bella struttura, ancora relativamente solida, che meriterebbe un intervento di restauro tale da consentirne un non difficile riutilizzo.

Il Fortino fu donato nel 1953 all'ente morale "Ospedale Civile di Loano", ma è in corso il suo trasferimento al Comune di Albenga, nel cui territorio si trova. È quindi auspicabile che, risolte le questioni burocratiche, esso possa trovare un impiego consono al suo valore monumentale.

baluardoalbenga
baluardoalbenga2
A sinistra il "Fortino" nei primi anni Settanta, in ottime condizioni, con la superfetazione - di epoca imprecisata - ancora intatta, (da I Castelli della Liguria / "Architettura fortificata ligure", Mondani Editore, 1973). A destra il "Fortino" all'inizio degli anni Novanta da "Albenga", di Josepha Costa Restagno, 1993.
fortinoalbengascala
baluardoalbenga1
A sinistra la facciata nord con la scala; a destra la facciata occidentale, nel luglio 2004
baluardoalbenga4 La facciata a sud
(Foto V. Rossi, luglio 2004)

Finalmente nel 2006 il fortino è stato definitivamente assegnato alla città di Albenga; nel 2007 sono stati compeletati i primi lotti del restauro, che hanno consentito il recupero della struttura come era stata a suo tempo realizzata dal progettista Molassana della Repubblica di Genova, e ne hanno messo in luce le strutture interne; è ora allo studio la destinazione del manufatto a centro polivalente per attività sociali e culturali, nell'ambito di un piano di riqualificazione della piazza Europa, dove il fortino si trova, e del quartiere alla marina.

fortino1
fortino2
fortino3
fortino4
fortino5
fortino6
fortino7
Foto W. Rossi, 15 giugno 2008