Sulla cresta dell'onda

Chiavari: Torre della Cittadella

chiavarisud

I primi insediamenti chiavaresi dovevano avere una qualche rilevanza, se hanno dato luogo a una necropoli risalente all'VIII - VII secolo a. C., testimonianza archeologica tra le più significative dell'intera Liguria.

Tuttavia, sino alla seconda metà del XII secolo Chiavari rimane un borgo modesto a ridosso della collina di Ri, fin quando la Repubblica non vede la necessità di difendere il confine orientale dalla minaccia dei Fieschi, feudatari di Lavagna.

Ecco quindi che nel 1167 viene costruito un castello sulle alture di Ri e di lì a poco si erige la città, che rapidamente diverrà un centro popoloso e attivo. Degli impianti medievali oggi non restano che pochi resti della cinta muraria e del tracciato viario.

Del sistema difensivo, considerato nel Cinquecento tra i più belli del tempo, sopravvivono oggi il castello, di cui rimane la torre che domina dall'alto la città; il baluardo di S. Antonio; e la possente torre quadrata cinquecentesca, qui rappresentata, che apparteneva alla fortezza della Cittadella eretta nel Quattrocento, oggi elemento di raccordo tra il Palazzo del Comune e il Tribunale.

Sui merli di ponente sta crescendo un fico, con il pericolo che le radici danneggino la muratura della torre.

chiavariovest
La torre da sud-est
chiavari_palazzo
La facciata dell'imponente Palazzo di Giustizia, con il monumento a Mazzini in primo piano
Foto V. Rossi, 17 novembre 2004