Sulla cresta dell'onda

Torre Trigno (CB)

Nel comune di Montenero di Bisaccia (Cb), sita alla foce del fiume Trigno (corso d'acqua che segna il confine tra Abruzzo e Molise), vi era la torre Trigno, della quale ora è scomparsa ogni traccia.

Tale torre faceva parte, insieme alle torri di Petacciato, Sinarca e Campomarino, della difesa costiera della parte nord della Capitanata ed era l'ultima di tale provincia.

Comunicava a nord con la torre Penna (ultimo manufatto in territorio d'Abruzzo, in località Punta Penna a Vasto), dalla quale distava 12 km circa, a sud con la torre di Petacciato, distante tra i 6 e gli 8 km. (v.nota 1)

Non viene menzionata dal marchese di Celenza Carlo Gambacorta, in quanto la sua ricognizione risale ad un'epoca successiva (1594) al crollo, avvenuto nel 1586, ed infatti egli suggeriva la necessità di costruire un'altra torre posta appunto tra quella di Petacciato e Punta Penna, per ridurre la distanza tra esse (v.nota 2).

Notizie storiche

1569: anno di costruzione ad opera di Bernardino Capuano
1586: anno del crollo di tale torre, portata via dalla piena del fiume Trigno (v.nota 3)

Descrizione

La "torre Trigno", nella sua forma architettonica, era tipica del periodo vicereale, come quelle contigue di Petacciato e Sinarca e le altre erette in Abruzzo. Di pianta quadrangolare e corpo a tronco di piramide, uno sviluppo in altezza di circa 12 m e una larghezza di 11 m circa per tutti e quattro i lati.

Dotata di tre caditoie per lato, suddivisa in due piani, l'ingresso era a monte, raggiungibile attraverso una scala in muratura di due rampe con una passerella di legno o con una scala a pioli facilmente retraibile in caso di necessità.

Data la sua forma quadrata poteva disporre di tre lati di fuoco ed era orientata in modo tale da avere un lato a mare e due lungo la costa (v.nota 4) .

Stato attuale

Scomparsa.

Note

1)  CARUSO A., Il castello di Termoli e la difesa costiera molisana, Termoli, 1995, p. 62..
2)  SCERNI N., Sopra un manoscritto italiano esistente presso la biblioteca nazionale di Parigi, da " Bollettino dell'istituto storico e di cultura dell'arma del genio", fasc. 4 (52), Roma, 1955, p. 15.
3)  Per le date 1568-1586 vedi PASANISI O., Costruzione generale delle torri marittime ordinata dalla regia corte del regno di Napoli nel XVI sec. in "Studi di storia napoletana in onore di M. Schipa, Napoli, 1926, pp. 10, 165.
4)  DE FILIPPO G., Montenero di Bisaccia, la storia, i documenti, le immagini, Napoli, 2003, p. 121..
Foto e testi di Alessandra Mucci, gennaio 2010
e-mail: alessandramucci@libero.it