Miti e Leggende

Aurora

Nella mitologia romana, Aurora è la dea dell’aurora. Il mito di Aurora è parallelo a quello di Eos, che è la dea greca dell’aurora, e di Usas, la divinità vedica speculare. La leggenda greca narra che Aurora sia la figlia di Titano, mentre sole e luna sono i suoi fratelli. A sua volta, Aurora ha quattro figli, che sono i venti: Borea, Euro, Noto, Zefiro. Secondo la leggenda, la dea Aurora si rinnova ogni mattina, all’alba. Ella vola nel cielo, ed in questo modo sparge luce ed annuncia al mondo il mattino. 

Secondo la leggenda, Aurora sposò Titone, e ottenne da Giove la possibilità di esprimere un desiderio. Ella chiese l’immortalità, ma dimenticò di chiedere la giovinezza eterna. Aurora è citata anche nel testo della Divina Commedia. Si trova nel Canto II del Purgatorio, viene chiamata ‘concubina del Titone antico’ (dove ‘antico’ sta per vecchio). Nella mitologia greca, la dea dell’aurora si chiama Eos ed è figlia di Iperione e Tema, i due titani. Eos ebbe come amante anche Zeus, nonché il dio greco della guerra, Ares. Afrodite, scandalizzata per il fatto che Aurora fosse andata col suo amante Eros, la punì. Nell’opera di Omero Eos viene citata e viene comunemente chiamato ‘dea dalle rosse dita’ per via del colore che sparge nel cielo all’alba. 

Lascia un commento

privacy policy