Sulla cresta dell'onda

ECATONCHIRI

Sono giganti dotati di cento braccia e cinquanta teste. Sono in numero di tre: Cotto, Briareo (o Egeone) e Gige (o Gie). Figli di Urano e di Gaia, appartengono alla stessa generazione dei Ciclopi. Come questi, sono gli ausiliari degli Olimpici nella lotta contro i Titani.

Le interpretazioni evemeriste fanno degli Ecatonchiri non giganti, ma uomini che abitano la cittą d'Ecatonchiria, in Macedonia. Avrebbero aiutato gli abitanti della cittą di Olimpia (gli Olimpici) a lottare contro i Titani e a cacciarli dalla regione.

"Evemeristi" erano detti i seguaci delle tesi del fģlosofo Evemero di Messene (sec. III a.C.), per il quale gli dči sono eroi realmente esistiti e poi divinizzati dalla fama popolare. Furono quindi accusati di incoraggiamento all'ateismo dai seguaci della religione dei padri.